Crea sito
Skip to content

Lil, Livia Chiffi

Nuova intervistina su Girlz Room! Oggi conosciamo  Livia Chiffi un’ “illustratrice per caso” che racconta come dalla condivisione dei suoi disegni sui social  sia nata Lil e la sua vita sia cambiata drasticamente. Have fun!

Ciao Livia! Parlaci un po’ di te!

Ciao! Mi chiamo Livia, ho vent’anni e studio Comunicazione all’Università Statale di Milano. Da diversi anni cerco di conciliare Livia e Lil, ovvero la mia parte da studentessa con quella da scarabocchiatrice seriale. Poco più di un anno fa ho iniziato a disegnare alcuni personaggi che sentivo particolarmente miei ed ho deciso di pubblicare tutto quello che creavo su una pagina Instagram. Poi da quel momento la mia vita è cambiata completamente.

 

 

Qual è stato il tuo primo approccio all’ arte e in particolare al disegno?

Questa domanda mi viene fatta spesso ed ogni volta mi risulta difficilissimo rispondere. Credo che il motivo sia proprio perchè non penso di poter descrivere con certezza il momento esatto in cui ho preso in mano una matita per la prima volta o il primo approccio che ho avuto con il disegno. È una di quelle passioni che porto avanti da sempre ed è un po’ come camminare o mangiare, qualcosa di cui mi risulta difficile descrivere il meccanismo; lo si fa senza porsi troppe domande.

 

 

Livia Chiffi - Appartenersi
Appartenersi

 

Come è nata l’idea di diventare un’illustratrice “di professione”?

In realtà posso dire che non è mai nata! Prima di Lil non conoscevo minimamente il mondo dell’illustrazione ne tantomeno potevo immaginare che un giorno ne avrei preso parte. E’ successo tutto per caso quando ho iniziato a postare sui social i miei disegni e ho cominciato a ricevere un grosso numero di feedback positivi. Il supporto di chi apprezza il tuo lavoro ti sprona ad andare avanti ogni giorno e così è stato fino ad oggi. Non mi sono mai autodefinita un’ illustratrice, se non prima che mi venisse attribuito questo titolo, quindi è stato proprio il mio proseguire in questo percorso che ha trasformato la mia passione in un bellissimo lavoro. livia chiffi

 

Da cosa nasce l’ispirazione per i tuoi disegni? C’è un aspetto della tua vita di tutti i giorni che influenza particolarmente il tuo modo di disegnare?

Sono una ragazza che tende a pensare molto ad ogni situazione in cui si vede protagonista. Dalle storie d’amore alle nuove amicizie, dai viaggi fino alle esperienze più o meno particolari che mi trovo a vivere nel quotidiano. Quindi posso dire che spesso l’ispirazione nasce proprio dalle situazioni che incrociano la mia strada, ma anche dai rapporti che costruisco con chi mi sta accanto e dai luoghi che mi capita di visitare. A questo c’è da aggiungere la musica, fedele compagna delle mie avventure da pendolare, ma sopratutto musa ispiratrice, in grado di risvegliare quelle emozioni che credevo di aver messo da parte per sempre.

 

Come descriveresti il tuo stile?

Bella domanda! Non credo di poterne dare una definizione accurata, ma posso dire che mi rappresenta tanto e che lo sento molto mio. E’ davvero personale e ne sono iper gelosa.

 

 

Livia Chiffi - Dove Nascono i Desideri
Dove Nascono i Desideri

Tra tutti i tuoi lavori c’è qualche progetto che ti sta particolarmente a cuore?

Ho una rapporto speciale con il 99% dei miei lavori, ma uno in particolare ha segnato un momento molto bello della mia vita. Si tratta della grafica del disco Giungle su Giungle per Piaceri Proletari di Manita Dischi a cui ho lavorato la scorsa estate insieme ad Alfio, collega e amico a cui voglio un gran bene. È stato un lavoro lungo che ho amato e odiato per tanti mesi, ma che ha segnato un po’ la nascita concreta di Lil e mi ha resa consapevole di quello che stavo portando nella mia vita. In più ha accompagnato la mia prima visita alla città di Roma con cui oggi ho un legame particolare e che mi manca ogni giorno come fosse una seconda casa. livia chiffi

 

Che consiglio daresti ad un giovane artista che si affaccia al mondo del lavoro freelance?

Il classico consiglio che potrebbero dare mamma e papà e che ogni volta si da per scontato: “Datti da fare perchè nulla cade dal cielo”. Spesso bisogna mettere da parte le proprie certezze e buttarsi in qualcosa che non si conosce a pieno. Fa paura, ma il percorso sarà ogni giorno più gratificante. Bisogna essere i primi a credere in quello che si sta proponendo e ad avere fiducia nelle proprie capacità. A tal proposito, “Luoghi sicuri” è il nome di un’illustrazione che ho dedicato proprio a questo tema.

 

A cosa stai lavorando ora?

Al il momento sto portando avanti diversi progetti, ma sono tutti segretissimi quindi non posso ancora parlarne! Lavoro per Sissi, una giovane artista di Sugar Music che ha già un logo firmato Lil, sto disegnando un mini libro e collaborando con altri artisti a diversi progetti speciali! Più avanti potrò parlarne in maniera più dettagliata, ma adesso rimangono top secret 🙂 livia chiffi

 

Ci consigli una giovane illustratrice italiana da tenere d’occhio?

Vi consiglio non una, ma due illustratrici! La prima è Carolina Zùniga che fa lavori pazzeschi e la seconda si chiama Enrica Mannari che ha uno stile di cui sono innamorata persa!

 

Dove possiamo trovare i tuoi lavori?

-Instagram: @anchetulil

-Facebook: @anchetulil

-Etsy shop: @anchetulil

Grazie Livia! 🙂

Livia Chiffi - Your Voice
Your Voice

 

 

Livia Chiffi - Cammini
Cammini

 

 

Livia Chiffi - Luoghi Sicuri
Luoghi Sicuri