Crea sito
Skip to content

Chinavagante, Giulia Boccia

Oggi su Girlz Room Giulia Boccia, ovvero Chinavagante, racconta il suo stile eclettico e ironico, nato da una passione mai sopita per la grafica  e una costante ispirazione alla femminilità e alle sue espressioni! Have fun!!

Ciao Giulia! Parlaci di te!

Ciao! Sono Giulia, aka Chinavagante, sono una grafica e un architetto di Roma. Dopo la laurea in Architettura, ho iniziato i miei primi lavori di illustrazione e grafica, commissionati da delle amiche. Ho sempre amato la grafica, è una passione che ho sempre cercato di portare avanti anche durante gli anni universitari. Sentivo che in quel momento fosse la giusta strada da percorrere, e ho aperto il mio profilo Instagram col nome Chinavagante, mi piaceva il gioco di parole, e le persone che mi conoscono sanno che sono un po’ un uragano, coi pro e i contro che ne derivano. Ho aperto anche un piccolo negozio su Etsy, sono cresciuta e sto crescendo piano piano, le prime soddisfazioni sono arrivate, ho toccato con mano che se hai il coraggio di rischiare e di fare quello che ti piace, e se lavori sodo, le cose belle arrivano.

 

Giulia Boccia, Chinavagante - Be Fearless
Be Fearless

 

Ci racconti il tuo primo approccio al disegno? È stato un “amore a prima vista” o è stata una passione che si è costruita con gli anni quella per l’illustrazione?

Non sono sicura sia il primo, ma un bel ricordo legato al disegno risale a quando ero bambina, facevo le elementari. Un giorno venne una professoressa dell’Accademia delle Belle Arti della mia città a fare una lezione. Ci diede come compito quello di disegnare un racconto che avevamo letto in classe. Rimase colpita dal disegno che feci, così aspettò con me l’arrivo di mia madre, e le disse che avevo del potenziale e che avrei dovuto svilupparlo. Da che ho memoria ho sempre disegnato, la fantasia per me era un gioco divertente e un rifugio, al liceo facevo le caricature dei professori.

 

Com’è nata Chinavagante? C’è stato un momento preciso in cui hai capito che da una tua passione sarebbe potuta nascere una vera e propria professione?

Chinavagante è nata dall’incoraggiamento di una mia amica, la prima che mi ha commissionato un ritratto, e anche dall’esigenza che avevo in quel periodo di trovare qualcosa che mi desse una energia nuova, un ritrovato entusiasmo. Spinta anche dal passaparola e da richieste che crescevano, a novembre 2017 ho aperto il profilo Instagram. Da lì, grazie anche a Corinne Orsini (@Cara_cori) ho avuto la spinta giusta per realizzare delle magliette ricamate. In realtà ancora non parlo di quello che faccio come una professione a tutti gli effetti, non so ancora se sarà il mio unico lavoro o un “side-job”, è ancora troppo presto per dirlo. Questa domanda mi fa però ricordare un divertente aneddoto su Andrea Pazienza, quando la moglie gli augurava “Buon lavoro!”, lui solitamente si incazzava. Se gli parlavano di quello che faceva chiamandolo lavoro, non si divertiva più.

 

Giulia Boccia, Chinavagante - GIVE TAKE
GIVE TAKE

 

Come descriveresti il tuo stile?

Il mio stile lo definirei femminile, a volte geometrico, fatto di colori accesi, amo in particolar modo il rosa col rosso. Sono abbastanza eclettica e ironica. giulia boccia

Quali sono le fonti da cui trai maggiormente ispirazione per il tuo stile?

Mi piace molto la moda, seguo le sfilate e vedo le foto degli editoriali. Mi piace vedere foto di persone con stili non convenzionali, trovo interessanti gli abbinamenti eccentrici ma che messi insieme funzionano benissimo. Soprattutto da quel mondo prendo ispirazione per le forme, per i colori, per delle tematiche.

Tra tutti i lavori che ti vengono commissionati o che realizzi “autonomamente” quali sono quelli che ti hanno entusiasmata di più? 

In realtà mi piace tutto quello che faccio, ma se dovessi scegliere, direi i ritratti, perché dietro a ogni disegno c’è una storia e un significato. Trovo stimolante anche realizzare dei lavori personali, perché ho più possibilità di sperimentare e scoprire qualcosa di nuovo.

 

 

Giulia Boccia, Chivagante - Ritratto su commissione
Ritratto su commissione

 

 

 

Giulia Boccia, Chinavagante - Card di anniversario
Card di anniversario su commissione

 

 

Quali sono i progetti futuri per Chinavagante?

Le idee sono tante, dovrei prima organizzarle e ordinarle un pò! Sicuramente mi piacerebbe continuare un percorso di crescita e ricerca stilistica personale, vorrei ancora sperimentare diversi stili e supporti. Per il mio obiettivo professionale mi piacerebbe unire i due settori che più amo, la grafica e la moda. giulia boccia

Ci consigli qualche artista o illustratrice italiana da tenere d’occhio?

Tra le illustratrici italiane che trovo interessanti in questo periodo c’è sicuramente Olimpia Zagnoli. Per quanto riguarda l’estero, amo tantissimo i lavori di Kelly Beeman e di Evan M.Cohen.

Dove possiamo seguirti?

Potete seguirmi sul mio profilo Instagram @chinavagante e sul mio Etsy (www.etsy.com/it/shop/chinavagante)

Grazie Giulia e a presto! giulia boccia

Giulia Boccia, Chinavagante - "solo rancore" tee
“solo rancore” Tee

 

 

Giulia Boccia, Chinavagante - Play with your Pussy
Play with your Pussy

 

 

Giulia Boccia, Chinavagante - Be more Supportive
Be more Supportive

 

 

Giulia Boccia, Chinavagante - Potrait
Ritratto